Veneti nel Mondo

Venti nel Mondo

U.I.D Unione italo Discendenti nel Mondo oggi vi segnala una importante iniziativa della Regione Veneto a sostegno dei discendenti veneti nel Mondo.

Segue un riassunto del contenuto integrale che potete visionare al link https://www.regione.veneto.it/web/rete-degli-urp-del-veneto/emigranti-veneti

La Regione del Veneto promuove iniziative per favorire il rientro e l’inserimento nel suo territorio dei cittadini veneti emigrati all’estero e degli oriundi veneti e per garantire il mantenimento dell’identità veneta e la conoscenza della cultura di origine presso le collettività venete all’estero.

Ricerche anagrafiche

Molti emigranti ed oriundi veneti desiderano ritrovare le proprie origini ed acquisire l’estratto dell’atto di nascita e/o matrimonio dei propri discendenti. Per effettuare la ricerca è necessario conoscere l’anno ed il Comune di nascita dell’antenato per poi rivolgersi al Comune o alla Parrocchia e chiedere il rilascio di tali documenti.

-ci si rivolge alle Parrocchie che in quel periodo erano tenute alla conservazione dei registri dello stato civile. E’ necessario individuare con precisione la Parrocchia di nascita per richiedere alla stessa la certificazione anagrafica. Può essere utile per la ricerca il sito web www.parrocchie.it.

– occorre conoscere con precisione il Comune veneto di nascita in quanto i registri dello stato civile sono tenuti dai Comuni. Sarà quindi necessario inoltrare la relativa domanda al Settore Servizi Demografici del Comune di nascita del proprio ascendente.
• In mancanza di informazioni specifiche, è possibile contattare gli Archivi di Stato del Veneto che conservano i registri di leva militare e i relativi ruoli matricolari delle persone nate all’interno del territorio provinciale.
Per ulteriori informazioni: Unità Organizzativa Flussi migratori – tel. 041 2794137 e-mail flussimigratori@regione.veneto.it oppure consulta la pagina web

Rimborsi per spese di rientro

-spese di viaggio di rientro, di trasporto masserizie, di prima sistemazione e di trasporto salma.
Il richiedente il rimborso regionale deve aver fissato la prima residenza in Veneto, con provenienza diretta dall’estero, da almeno un anno e da non più di tre al momento della presentazione della relativa istanza di finanziamento e deve trovarsi in comprovate situazioni di particolare bisogno.
– entro e non oltre le ore 12.

La domanda può essere presentata entro le seguenti date

– entro e non oltre le ore 12.00 del 31 ottobre 2019 utilizzando gli allegati A e B della deliberazione n. 534 del 30/04/2019.
-Unità organizzativa Flussi Migratori-Fondamenta Santa Lucia -Cannaregio, 23 – 30121 Venezia -Tel.

L’art. 12 della Legge Regionale 2/2003 promuove iniziative per l’organizzazione di soggiorni scambi e iniziative di turismo sociale destinate a cittadini italiani emigrati, nati nel Veneto o che, per almeno tre anni prima dell’espatrio abbiano avuto residenza in uno dei Comuni del Veneto e che abbiano maturato un periodo di permanenza all’estero per almeno cinque anni consecutivi.
Con deliberazione n. 331 del 22 marzo 2017, si aprono i termini per la presentazione delle domande di contributo finalizzate alla la realizzazione di progetti di soggiorni culturali da realizzarsi in Veneto e di durata compresa tra i 7 e i 14 giorni. Tali soggiorni sono destinati a emigrati veneti e loro discendenti di età pari o superiore a 65 anni in disagiate condizioni economiche. La richiesta di finanziamento può essere presentata da amministrazioni pubbliche, istituzioni culturali, associazioni senza scopo di lucro, Associazioni, Comitati e Federazioni di Circoli veneti iscritti al registro regionale.
Per informazioni contattare la Unità Organizzativa Flussi migratori – tel.

Avviso Pubblico per la presentazione di richieste di benefici per la frequenza di master universitari per giovani oriundi veneti residenti all’estero Comitati e Federazioni di circoli veneti all’estero è stato istituito anche un elenco delle Aggregazioni venete all’estero

Con l’iscrizione ai Registri è possibile partecipare a bandi regionali che prevedano la concessione di contributi, così come previsto dalla legge regionale 2/2003.
Uno dei requisiti fondamentali per l’iscrizione ai Registri, è che l’attività svolta abbia un carattere di continuità di almeno tre anni e che lo statuto preveda espressamente la tutela dell’identità veneta.
Per informazioni contattare la Unità Organizzativa Flussi migratori – tel.

Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto – scadenza 31/12/2020

La Regione Veneto favorisce la tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto mediante l’organizzazione di convegni, seminari, mostre, ricerche, pubblicazioni ed eventi .

Per conoscere le modalità di presentazione della domanda consultare la pagina web oppure rivolgersi a

– Ufficio Attività Culturali e Culture Locali ed Editoria Tel. 041.279 2693